lunedì 5 ottobre 2009

L'opposizione non esiste


Ne abbiamo avuta l'ennesima e malaugurata riprova. L'approvazione dello “scudo” (o meglio il condono) fiscale per il rientro dei capitali illecitamente esportati, che pagheranno ora una quota puramente simbolica, è stata possibile anche grazie ai parlamentari che in teoria rappresenterebbero l'opposizione. Sono mancati 22 deputati del Pd, 6 dell'Udc e 1 dell'Idv. E non sarebbe neanche particolarmente grave se non fosse che sul voto il governo aveva posto la fiducia e che se non fosse passata sarebbe finita la legislatura. Per soli 20 voti è passato questo insulto allo Stato e ai contribuenti onesti, nonché alla nostra Costituzione. Non solo, ma per soli 20 voti, quelli del Pd mancanti, il governo non è caduto.
Ora in un paese, non dico democratico, ma quanto meno con un minimo di etica politica l'opposizione dovrebbe per prima cosa cercare di far terminare, ove possibile, la legislatura e il governo degli avversari nel più breve tempo possibile, per sostituirsi ad essi il più a lungo.
Invece in Italia accade il contrario. Quando è al governo il centrosinistra le inventa tutte per farlo cadere, bicamerali, mancato rispetto degli accordi tra alleati, della volontà di chi li ha eletti e continue minacce da parte dei loro politici di togliere la fiducia.
Dopo che questa tattica ha avuto successo, e quindi una volta che si torna a votare, il maggior partito di centro(sinistra?) le inventa tutte per perdere le elezioni: auspica un improbabile dialogo con il proprio avversario colluso con la mafia, e ne rifiuta un altro con le poche forze di sinistra ancora esistenti, non nomina nemmeno “il principale esponente della coalizione avversa” e candida personaggi a dir poco discutibili. Alla fine riesce nel suo intento. Perde le elezioni. Ma non finisce qui. Una volta meritevolmente all'opposizione ce la mette tutta per far sì che i propri avversari restino al governo il più a lungo possibile e così arriva a negar loro la meritata sfiducia. Si può dire che i partiti al potere ormai da troppo tempo abbiano fatto l'impensabile per distruggere l'Italia, tra favori alla mafia, corruzione, censure, razzismo e persino uno scandalo a sfondo sessuale. Ma è stato tutto inutile, i nostri non demordono e imperterriti continuano a salvare i loro avversari da un quanto mai provvidenziale declino.
Dopo quanto accaduto, che ha del surreale, sorge spontanea la domanda: ma esiste in Italia un'opposizione? I fatti dovrebbero farci concludere che no, non esiste affatto. Semmai esiste una maggioranza che governa e una minoranza che guarda chi governa pronta a correre in aiuto della maggioranza quando questa si trova in difficoltà.
I fatti parlano chiaro: il miglior alleato di Berlusconi non è la Lega, non è la Chiesa e nemmeno la massoneria che pure ne ha spianato la scalata sociale, ma il Partito democratico. Non è la prima volta che accade. Qualche giorno fa infatti si era votato sulla pregiudiziale di incostituzionalità dello “scudo” (o condono) fiscale, le pregiudiziali non passarono neanche allora, per 27 voti di scarto. Mancarono allora alla Camera 70 deputati, che hanno permesso così l'approvazione di un provvedimento “salva-evasori”. Alla notizia i giornali non hanno dato molto risalto forse per l'assenza di alcuni nomi importanti. Noi riportiamo la lista di chi è mancato di seguito:


59 esponenti del PD

1. Argentin
2. Bersani
3. Boccuzzi
4. Boffa
5. Bucchino
6. Calearo Ciman
7. Calgaro
8. Capodicasa
9. Carra Enzo
10. Ceccuzzi
11. Cesario
12. Codurelli
13. D’Alema
14. Damiano
15. D’Antoni
16. De Micheli
17. Esposito
18. Fiano
19. Fioroni
20. Franceschini
21. Gaglione
22. Garofani
23. Giacomelli
24. Gozi
25. La Forgia
26. Levi
27. Lolli
28. Losacco
29. Maran
30. Marchignoli
31. Martino Pierdomenico
32. Meta
33. Mogherini Rebesani
34. Mosella
35. Picierno
36. Pistelli
37. Pollastrini
38. Pompili
39. Porta
40. Portas
41. Realacci
42. Rosato
43. Sani
44. Servodio
45. Tenaglia
46. Turco Livia
47. Vaccaro
48. Vassallo
49. Vernetti
50. Villecco Calipari
51. Zampa

IN MISSIONE

52. Bratti
53. Bindi
54. Cavallaro
55. Farina
56. Lusetti
57. Mecacci
58. Migliavacca
59. Rigoni

8 esponenti del UDC

1. Cesa
2. Ciccanti
3. Drago
4. Galletti
5. Mannino
6. Pisacane

IN MISSIONE

7. Volontè
8. Buttiglione

2 esponenti del IDV

1. Barbato
2. Cimadoro



Come vedete non si tratta di esponenti di secondo piano, ma di dirigenti di alto livello, tra cui i candidati alla segreteria del Pd Franceschini e Bersani. Ora questi sono coloro che dovranno guidare il principale partito d'“opposizione”, coloro che hanno contribuito a salvare gli evasori fiscali facendo quindi un favore anche a Berlusconi che ha un conto in una banca svizzera sotto indagine come fu rivelato qualche tempo fa dall'Espresso.
Spero che tutto ciò sia sufficiente per convincere il lettore a non riporre più nessuna fiducia in questa gente e a non illudersi che ci possa essere un miglioramento seppur lieve rispetto alla destra. Il “voto utile” non esiste, perché non esiste in parlamento una forza realmente alternativa a Berlusconi, perché quello che dovrebbe essere il principale partito di opposizione è invece il maggiore alleato della maggioranza, quello che l'ha sempre aiutata e sostenuta nei momenti di difficoltà, nonostante le chiacchiere che i suoi politici diffondevano ai giornali.
Credete che sia ancora il caso di manifestare con questa gente per una libertà che costoro non hanno mai difeso, e anzi hanno sempre ostacolato?
Rivolgo perciò un appello a chiunque sia capitato su questo blog perché:

  • Diffonda la lista degli assenti o attraverso internet o con altri mezzi.
  • Non voti in nessuna elezione in futuro, locale o nazionale, né per il PdL, né per l'Udc, né per il Pd, né per qualsiasi lista o partito alleati con uno di essi.
  • Voti per partiti o liste minori che attualmente non sono presenti in parlamento, quali lascio ovviamente a lui deciderlo.
  • Diffonda questo appello ovunque possibile.

Fonti:


11 commenti:

  1. GRande tristezza. Quando sento 'ste cose mi verrebbe voglia di fare un salto a Roma. Su l'Unità c'erano alcuni commenti dei lettori pubblicati, in merito a questa faccenda. Il primo, soprattutto, mi ha colpito e trovato perfettamente d'accordo: i parlamentari che si vedono protagonisti di situazioni di questo tipo, dovrbbero essere espulsi subito dal Partito.
    Saluti

    RispondiElimina
  2. Il titolo del post è perfetto...L'opposizione non esiste...

    RispondiElimina
  3. Andrea, il problema è che uno di quelli sarà il prossimo segretario del Partito Democratico ma oramai non mi interessa più, anche perchè questo qui è legato a poteri forti che mi fanno ribrezzo.

    Purtroppo pochi fanno critica a questa opposizione, perchè sono accecati dall'inutile e dannoso anti berlusconismo. Ma oramai sai, caro Matteo, che la penso esattamente come te.

    RispondiElimina
  4. Io non ho più parole, lhanno la sindrome del perpetuo suicidio.
    Non ne posso più di questa gente, uomini piccoli e nani politici.
    Silvana

    RispondiElimina
  5. In agosto, lanciavo con un post l'ipotesi di costituire delle liste nominative, che servano a collegare soggetti fisicamente determinati a specifici comportamenti. Mi pare effettivamente una cosa utile e che in rete si può eseguire efficacemente, sfruttando la facilità di scambio di informazioni.
    Mi pare importante per non dimenticare. Queste nullità che attraversano la propria vita avendo come unico obiettivo la loro personale sorte in dispregio di qualsiasi criterio di utilità sociale, si affidano molto all'oblio del tempo. Allora, mettiamo nero su bianco: sappiano questi signori che ogni loro atto viene registrato ed a tempo debito, qualcuno li chiamerà a rispondere. Tatticamente, oggi che il signor B. sta messo in bilico, è importante lanciare questa attenzione della rete alla responsabilità individuale in atti di rilevanza sociale.
    Però, lo farei su un ampio spettro di atti e comportamenti.

    RispondiElimina
  6. E se fosse che pure dall'altra parte hanno conti all'estero?
    Ci troviamo di fronte (come hai anche commentato da me) a questi confronti:
    "Raffaele Morani, ex segretario del Prc di Faenza al centro di molte polemiche nel passato per le sue posizioni considerate "eretiche", uscito dal partito alla fine del 2008 e ora vicino a Sinistra e libertà, ritiene il confronto una strada da seguire sempre. Ha ricevuto l'invito a parlare del libro edito da Stampa Alternativa (la quale ha proibito all'autore di partecipare alla conferenza):"L'altro Che. Ernesto Guevara mito e simbolo della destra militante" di Mario La Ferla, e il 9 ottobre Morani sarà a Casapound, nello stabile occupato di v.Napoleone III...(perchè da fascisti lo onorano, il Che!)
    Spiega Gabriele Adinolfi: "Negli anni Sessanta un intero mondo orfano della Rsi, o nato dagli orfani della Rsi, ritrovò nella lotta per l'indipendenza dei popoli contro il colonialismo qualcosa della sua anima e della sua guerra. Il massimo rappresentante politico di quel mondo nel dopoguerra, il Presidente argentino Peròn, rovesciato da un golpe reazionario ed esule in Spagna, era l'alfiere della Tercera Posicion in ottica anti-imperialista. Ottimi i suoi rapporti con Fidel Castro e addirittura di collaborazione con Ernesto Guevara detto El Che. Queste sono le ragioni per le quali in Italia i primi a onorare la figura del guerrigliero caduto furono uomini di matrice nera, quali Romersa, Bolzoni e Pingitore, e per cui subito dopo la morte del Che il periodico della Federazione Nazionale Combattenti della Rsi scrisse un necrologio agiografico"...mah!

    RispondiElimina
  7. Ora prendo appunti, copioincollo la lista degli assenti ingiustificati, e diffondo...Grazie Matteo..

    RispondiElimina
  8. sono completamente d'accordo a metà con quanto dici (come disse se non erro Trapattoni)

    nonostante sposi molto dello spirito con cui scrivi, e nonostante non abbia mai votato PD, credo che identificare PD e PDL, in questo momento, sia più che mai inesatto

    e questo nonostante la marea di stronzate che fanno nel PD. continuo a pensare che ogni singola occasione in cui si può tirare la fune e spostarla di un tratto al di là dell'abisso sia importante. ma questo ormai lo sai, e infatti ti scrivo più che altro per dirti che continuo a seguirti anche quando non sembra. ;)

    buon lavoro!

    RispondiElimina
  9. Complimenti anche perché hai postato la lista completa.

    L'opposizione é da un po' che affermiamo che non esiste oppure nella migliore delle ipotesi é.....assente!

    RispondiElimina
  10. Venerdì con la vignetta delle mucche sul Lodo Alfano metto il link a questo tuo articolo!

    RispondiElimina
  11. Bah sono davvero ridicoli soprattutto per le scuse che trovano.

    RispondiElimina